Akoa - Salute, Benessere e Bellezza

Acne giovanile: cause, sintomi e rimedi

 19 aprile 2018
  |  
 Categoria: Salute
  |  
 Scritto da: admin
acne giovanile

Sei un adolescente e soffri di acne? Sul viso cominciano a spuntare i primi brufoli? Hai provato dei rimedi fai da te contro l'acne giovanile ma non hanno portato alcun risultato? Scopriamo insieme in cosa consiste, le cause che la scatenano e come curare l'acne giovanile.



Problemi di acne giovanile? Ecco cos'è e come eliminare l'acne


L'acne giovanile è una patologia davvero diffusa che colpisce circa il 60% degli adolescenti. Essa coinvolge principalmente il viso e la schiena, che vengono ricoperti di comedoni, papule o pustole. Ma procediamo con ordine e vediamo innanzitutto quali sono le cause dell'acne giovanile e come si manifesta.



Acne giovanile cause e sintomi


Si tratta di una malattia infiammatoria della cute che consiste nell'infiammazione della ghiandola sebacea e quindi del follicolo pilifero : a causa dell'ostruzione del follicolo, il sebo rilasciato dalla ghiandola sebacea non trova una via d'uscita e si accumula.

All'origine di tutto vi è l’attività ormonale fisiologica degli androgeni (ormoni presenti sia negli uomini che, in minor misura, nelle donne) che attivano le ghiandole sebacee di viso, schiena e busto, portando a una produzione aumentata di sebo. Il risultato di eccesso di sebo e ostruzione follicolare è la comparsa dei comedoni. Nella ghiandola sebacea, in assenza di ossigeno, si verifica una proliferazione batterica che produce acidi grassi, che a loro volta infiammano il comedone rompendone le pareti. La conseguenza sono le classiche cisti dell'acne giovanile.

È importante sottolineare come esista anche una predisposizione genetica che grava sulla manifestazione di questo disturbo. Inoltre, non deve essere ignorata l'acne da stress, un'aggravante psicosomatica dovuta alla vita frenetica di tutti i giorni. D'altronde sono numerose le patologie dermatologiche che risentono di concause esterne, come la psoriasi.

È da sfatare il nesso acne e alimentazione. Non esistono prove scientifiche che dimostrino una correlazione tra l'assunzione di certi cibi (come cioccolata e insaccati) alla comparsa dell'acne. Piuttosto è il caso di seguire alcune linee guida: favorire una dieta ipoglicemica (lo zucchero nel sangue influisce sui livelli di insulina, diretta responsabile della produzione di androgeni), scarsa di latticini (che contengono un amminoacido coinvolto nelle acutizzazioni acneiche) e acidi grassi trans (quelli di fritture e margarina).


L'acne si manifesta nei seguenti modi:


  • · comedoni (punti neri chiusi e aperti)

  • · papule (elementi infiammati)

  • · pustole (brufoli con il puntino bianco o giallo)


Oltre a quella adolescenziale, esistono diverse tipologie di questa infiammazione. Un esempio è l'acne tardiva. L'acne giovanile è definita "polimorfa" perché sul viso del soggetto che ne soffre sono presenti contemporaneamente comedoni, papule e pustole.

È allora giunto il momento di scoprire come curare l'acne sul viso, schiena e busto.



Come eliminare l'acne: trattamenti farmacologici


Esistono diversi tipi e livelli infiammatori che necessitano di altrettanto diverse terapie farmacologiche.


  • · Livello topico. Come antimicrobici sono utilizzati soprattutto il perossido di benzoile e l'acido azelaico. Entrambi sono anche dotati di proprietà cheratolitiche e comedolitiche. Come antibiotici sono invece solitamente somministrate la clindamicina e l'eritromicina. Esse arrestano il processo di sintesi proteica, causando in ultima istanza il blocco della riproduzione batterica. Si tratta di antibiotici ad effetto batteriostatico, però ad alte concentrazioni possono diventare battericidi ed i più comuni effetti collaterali sono secchezza ed irritazione nella zona di applicazione con conseguente bruciore. A livello topico sono spesso usati agenti cheratolitici che liberano l'ostruzione follicolare.


  • · Livello sistemico. Tra le terapie farmacologiche più ampiamente somministrate vi è senz’altro il trattamento antibiotico. Solitamente si ricorre al suddetto quando l'applicazione locale di altre sostanze specifiche sia risultata poco efficace. Esistono comunque altre soluzioni a base antibiotica da applicare direttamente sulla cute; quest’ultime sono spesso prescritte a pazienti che non tollerano l’assunzione di antibiotici assunti per via orale. Un'altra categoria farmacologica cui il dermatologo può decidere di ricorrere sono i retinoidi. Tra essi l'isotretinoina è un principio attivo, particolarmente efficace per l'acne cistica, che viene assunto oralmente. Un trattamento a base di isotretinoina può ugualmente provocare possibili effetti collaterali. Oltre ad irritazione e secchezza cutanee, è stato dimostrato un effetto teratogeno; quest’ultimo permane secondo i dosaggi assunti, poiché il farmaco viene eliminato molto lentamente. Questo impone, per la ragazza, l’assunzione contemporanea della pillola contraccettiva. Per via orale si opta spesso anche per terapie a base di vitamina A o zinco.


  • · Terapia ormonale. Ovviamente viene somministrata a pazienti di sesso femminile e quando si parla di acne ormonale. Si tratta di trattamenti a base di ciproterone acetato in associazione ad etinilestradiolo. È bene sapere che non garantisce risultati duraturi nel tempo e che deve essere attuata sempre sotto stretto controllo medico.


In realtà non è una patologia grave, dal momento che non provoca ripercussioni sull'organismo; tuttavia porta con sé problematiche di tipo estetico da non sottovalutare. Come abbiamo già detto, si tratta di un incubo che coinvolge più della metà dei ragazzi tra i 12 e i 18 anni, proprio nella fase più delicata dell'affermazione della propria autostima. L'aspetto non sano e pulito, soprattutto del viso, può comportare conseguenze psicologiche e di socializzazione che, se non affrontate in tempo, potrebbero divenire patologiche. Anche per questo è quanto mai necessario rivolgersi subito ad uno specialista che individui il trattamento migliore per combattere l'acne.



Acne giovanile cura: rivolgiti ad un dermatologo


Assai raramente i rimedi fai da te rappresentano una soluzione sicura ed efficace: per sconfiggere l'acne giovanile dalla radice è necessaria una cura medica a tutti gli effetti. Noi siamo qui per aiutarti a risolvere questo problema e farti sentire meglio. Per prenotare un appuntamento, inviaci una mail ad info@dermatologiaprati.com o chiamaci allo 06 45471658. Ti aspettiamo in via Cola di Rienzo 212.

Navigazione
© 2011-2018 - Akoa.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali