Akoa - Salute, Benessere e Bellezza

Emorroidi, i rimedi naturali per non soffrire più

 08 febbraio 2018
  |  
 Categoria: Salute
  |  
 Scritto da: admin
emorroidi rimedi naturali

È uno dei problemi fisici più fastidiosi e dolorosi che possa capitarci durante la vita. Parliamo delle emorroidi, disfunzione collegata alle vene emorroidali che si infiammano. Tra cedimento della mucosa rettale e spesso perdita consistente di sangue, questa patologia colpisce oggi tantissime persone, soprattutto a partire dai cinquant'anni di età.


Rimedi naturali emorroidi: fortunatamente vi sono diverse soluzioni a questo disturbo. Innanzitutto, occorre optare per un radicale cambiamento dell'alimentazione: stop a cibi particolarmente grassi, a ingredienti piccanti, per preferire alimenti con fibre e vitamine che vadano a irritare il meno possibile l'intestino.


L'aloe vera è un rimedio naturale da tenere in considerazione. Tra le proprietà di questa pianta, infatti, c'è proprio quella lenitiva. Utilissimo il gel di aloe vera che si ottiene tritando la parte bianca delle foglie. Il composto va poi tenuto nel frigorifero durante la notte per poi applicarlo sulle emorroidi. Attenzione: prima del trattamento occorre sempre pulire bene la zona interessata con del sapone delicato e asciugarla con un asciugamano morbido preferibilmente di cotone.


Ancora, rivolgendosi a un erboristeria, si può percorrere la strada degli impacchi con l’argilla verde. Le applicazioni devono essere costanti: con garza , almeno due volte durante l'arco della giornata nella zona da trattare, rigorosamente disinfettata.


Non tutti conoscono la potenzialità dei bagni derivativi: necessarie una spugna e dell'acqua fresca, ma non gelida, per frizionare l'area inguinale per almeno 10 minuti. Il resto del corpo dovrà essere al caldo e ben coperto.


Altri rimedi naturali: un infuso di equiseto da applicare con un batuffolo di cotone, gli estratti di Ribes nigrum che alleviano in realtà tanti problemi, i semi di lino perfetti nel caso si soffra di stitichezza - rendono meno dolorosa l'evacuazione se si è colpiti appunto da emorroidi - e la calendula per alleviare l'infiammazione e ridurre il gonfiore.


Siamo sicuri di soffrire proprio di emorroidi? I sintomi, in fondo, sono inconfondibili: dolore durante l'atto della defecazione, perdite di sangue causate dalla rottura dei vasi sanguigni, pruriti e sensazione di gonfiore all'ano. Quattro gli stadi che contraddisitnguono le emorroidi: il primo riguarda le emorroidi interne che non si notano esternamente, il secondo stadio vede emorroidi prolassanti ma riducibili spontaneamente con fastidi durante l'evacuazione, per arrivare a emorroidi che hanno necessità di riduzione manuale o, come ultimo stadio, emorroidi sempre prolassate e fastidiose.


In ogni caso, sarà necessario recarsi a fare una visita proctologica. Solo il medico potrà confermare questa diagnosi e cancellare definitivamente qualsiasi dubbio.


Ma è possibile prevenire le emorroidi? La risposta è decisamente affermativa. Per allontanare questo rischio, si suggerisce di praticare ogni giorno una discreta attività fisica, abbandonare la pigrizia e la sedentarietà scegliendo di fare, nel tempo libero, almeno una breve passeggiata, oltre a consumare una dieta sempre ricca di fibre, bere due litri di acqua al giorno ed evitare il consumo di alcolici.


Ma non solo: è fondamentale non assumere più insaccati, cioccolata, condimenti troppo saporiti, bibite gassate. Meglio preferire sempre pasta o riso in bianco, pane integrali, carni bianche magre, olio d’oliva crudo, latte, yogurt e miele.


Navigazione
© 2011-2017 - Akoa.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali